Conosciamo ciò che mangiamo – LA BESCIAMELLA

Standard

besciamellaDi seguito la ricetta della besciamella come già descritta nella ricetta “Conchiglioni farciti con pollo e verdure”

La besciamella, o per chiamarla con suo nome originale “la sauce à la Bèchameil” è una salsa originaria della Francia ma viene utilizzata moltissimo anche in Italia, col nome appunto di besciamella, e in Inghilterra, dove è conosciuta col nome si “salsa bianca”.
L’inventore della besciamella fu il marchese di Nointel, Louis de Bechamel, che per primo nel XVII la propose nelle sue ricette.
Il nome “besciamella”, però, le fu assegnato solo dopo da Francois Pierre de la Varenne, cuoco del Re Luigi XIV, che la inserì nel suo libro di ricette ” Le Cuisinier François” dandole questo nome per onorare il suo inventore.
Oggi, molti autorevoli chef sono d’accordo su una probabile origine Italiana della Besciamella: deriverebbe dalla toscana salsa colla e sarebbe stata esportata in Francia da Caterina de’ Medici

ingredienti besciamellaINGREDIENTI:
500 ml di latte intero
50 g di farina
50 g di burro
una presa di sale
un pizzico di noce moscata
PROCEDIENTO:
In un pentolino fate scaldare il latte senza farlo bollire poi spegnete.
In un’altro pentolino, con il fondo pesante, sciogliete il burro a fiamma bassissima poi unite la farina, facendola cadere da un passino e continuando sempre a mescolare finchè il composto è omogeneo (otteniamo un addensante detto ROUX)
Togliete dal fuoco e unite a filo il latte caldo e mescolate con forza per evitare di formare grumi.
Aggiungete il sale e la noce moscata e rimettete il pentolino sul fuoco a fiamma bassa. Continuate a mescolare. come fate per le creme dolci, con un cucchiaio o meglio con una frusta, finchè il latte arriva a bollore.
Proseguite ancora finchè la besciamella sarà al giusto punto di densità. Ci vorranno ancora circa 7/10 minuti.
Togliete la besciamella dal fuoco e lasciate stiepidire.

La consistenza della besciamella sarà diversa a seconda della ricetta che dobbiamo preparare.
• Pasta al forno,= le dosi indicate sopra
• Verdure gratinate = diminuire la farina
• Sformati, crocchette e carni= diminuire il latte

UNA NOTIZIA IN PIU’: SE SIAMO CELIACI O  INTOLLERANTI AL LATTE E AI SUOI DERIVATI?

Nessum problema.

Sostituiamo il latte di mucca con latte di soja o di riso e il burro con la margarina vegetale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...